Home  
 
Struttura organizzativa
 
Contatti
 
Glossario
 
Link
  NEWSLETTER  

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere le nostre email
 
Area Finanza > FINANZA AGEVOLATA

Ogni impresa che abbia l’obiettivo del suo sviluppo e/o di una sua migliore collocazione sul mercato deve pensare ad investire in tecnologia innovativa ed in ricerca. Esistono, sul territorio Nazionale e Regionale normative che prevedono erogazione di fondi per diverse finalità quali: l'innovazione tecnologica, la ricerca, la delocalizzazione. Tali erogazioni possono essere caratterizzate da erogazioni a fondo perduto o a condizioni particolarmente vantaggiose.

- Contributi a fondo perduto – “chiamati anche agevolazioni in conto capitale” sono risorse finanziarie concesse alle imprese dallo Stato o dalle Regioni senza che le stesse imprese abbiano l’obbligo della restituzione di tali risorse. I contributi a fondo perduto, che sono stabiliti in percentuale sui costi sostenuti e considerati ammissibili, sono un fondamentale aiuto per quelle imprese che vorrebbero procedere agli investimenti necessari ma non riescono perché non sono nella condizione di affrontare il muro del costo iniziale di tali investimenti.

- Finanziamenti agevolati – “chiamati anche agevolazioni in conto interesse”, prevedono l’intervento dello Stato o delle Regioni nel pagamento degli interessi per debiti contratti dalle imprese con istituti bancari per far fronte agli investimenti citati.

- Bonus fiscali – si tratta di riduzioni nel pagamento di imposte da parte delle imprese. La loro caratteristica è simile al contributo a fondo perduto, ma si differenzia dallo stesso perché l’impresa, anziché ricevere un contributo da parte dell’istituzione, evita di pagare quota di una tassa che normativamente è tenuta a pagare.

                                                          QUANDO OTTENERLE
                                    Per ogni progetto c'è una concreta possibilità di agevolazione

Per ogni progetto di nuova iniziativa, ampliamento di un’impresa già esistente, delocalizzazione, innovazione tecnologica, ricerca o altro, sarà possibile individuare forme di sostegno finanziario che costituiscano opportuno supporto alla messa in campo dell’idea imprenditoriale.

La Mi_eS, con il suo Servizio per l’Accesso alle Agevolazioni Finanziarie, inizia la sua attività con l’esame di tutti gli elementi e delle informazioni utili a comprovare la sussistenza delle condizioni oggettive e soggettive per l’ammissibilità alle agevolazioni richieste dal Cliente. Le successive fasi sono le seguenti:

1. Elaborazione del business plan descrittivo.
Il business plan è un elaborato che sviluppa in maniera approfondita i principali aspetti del programma di investimenti proposto e dell’impresa proponente, con particolare riguardo per i seguenti punti:

  • Presentazione dell’impresa e dell’idea imprenditoriale;

  • Descrizione dettagliata del programma di investimenti proposto e delle motivazioni produttive, commerciali ed economiche che ne sono alla base;

  • Descrizione dei nuovi prodotti e dei bisogni di mercato che si intendono soddisfare e collegamento con i prodotti eventualmente già realizzati;

  • Studio del mercato di sbocco e del sistema competitivo;

  • Identificazione del mercato di riferimento del progetto (clienti, dimensioni, territorio);

  • Descrizione dell’organizzazione dei fattori produttivi e del ciclo di produzione attuale e successivo all’investimento;

  • Elaborazione del piano finanziario per la copertura dei fabbisogni derivanti dalla realizzazione dell’investimento;

  • Individuazione delle principali strategie di marketing e commerciali a supporto del programma di investimenti;

  • Proiezioni economico-finanziarie annuali dell’impresa proponente conseguenti alla realizzazione dell’iniziativa (dall’anno di avvio a quello a regime).

 

2. Elaborazione del business plan numerico (nel caso in cui tale attività sia prevista dalla legge di riferimento).
Il business plan numerico è costituito da un insieme di prospetti relativi ai conti economici, agli stati patrimoniali e ai flussi finanziari previsionali che vanno elaborati per ciascun esercizio a partire dall’ultimo bilancio consuntivo a quello a regime. Tali prospetti dovranno essere corredati dalla illustrazione dei criteri adottati per la determinazione dei dati base assunti per le proiezioni economico-finanziarie.

3. Elaborazione della scheda tecnica.
Ideazione dell’elaborato tecnico contenente i principali dati tecnico-economici relativi al programma proposto utili per la sua valutazione di merito da parte della banca concessionaria e per la definizione del punteggio finale della domanda di finanziamento.

L’attività comprende, inoltre, tutte le operazioni necessarie per la presentazione della domanda, il monitoraggio sull’andamento dell’attuazione degli investimenti, la consulenza e l’assistenza al Cliente per quanto elencato di seguito:

1. Predisposizione del modulo di domanda e di tutti gli allegati richiesti dalla normativa e sua presentazione alla
    banca concessionaria.
2. Monitoraggio della istruttoria bancaria ed elaborazione di eventuali integrazioni e chiarimenti.
3. Consulenza per l’esecuzione del piano di investimenti.
4. Monitoraggio della situazione degli investimenti e degli indici indicati in domanda.
5. Rendicontazione periodica per lo stato avanzamento lavori.
6. Assistenza durante le visite ispettive da parte dell’Ente Gestore o del Ministero competente.
7. Rendicontazione finale per l’ottenimento del saldo.


Torna su

 
AREA RISERVATA




 
EVENTI
Gennaio 2018
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
             
   «« Oggi »»   

Scopri tutti gli eventi sulle date in evidenza del nostro calendario.
 
DOVE SIAMO

Le nostre sedi

ITALIA - Bari
TUNISIA - Tunisi

 

Mostra le mappe »

Mi-eS s.r.l. Via Pietro Colletta 28/A - 70124 BARI - ITALY - Tel./Fax. +39.080.467.69.53